Sospensione e rinuncia agli studi

SOSPENSIONE E RINUNCIA AGLI STUDI

79. Lo studente che, essendo stato iscritto a un corso di studio, non rinnovi l'anno seguente l'iscrizione, conserva la possibilità di riaccedere, a domanda, al medesimo Corso di studi per l'anno di corso successivo all'ultimo frequentato, purché regoli la propria posizione amministrativa secondo quanto stabilito dal seguente regolamento interno.

80. Lo studente può richiedere, per iscritto, la sospensione degli studi per uno o più anni accademici per iscriversi e frequentare corsi di studio presso università estera.

81. Nel periodo di sospensione lo studente, purché abbia fatto debita comunicazione scritta, non è tenuto al versamento delle quote d’iscrizione scolastiche.

82. Lo studente può  rinunciare in qualsiasi  momento al proseguimento  della propria carriera, manifestando in modo esplicito la propria volontà con un atto scritto, supportato da una motivazione valida e congrua non imputabile allo stesso, la cui valutazione di attendibilità sarà verificata dalla scuola, e qualora non si dovessero riscontrare valide motivazioni e soprattutto che queste siano imputabili allo studente, lo stesso potrà rinunciare alla frequenza dell’anno in corso e comunque rinunciare al corso di studi, ma dovrà pagare l’intera retta annuale.

83. La rinuncia è irrevocabile. Essa, comunque, non esclude la possibilità di una nuova immatricolazione anche al medesimo Corso di studio. L'eventuale riconoscimento dei crediti acquisiti è operato dal Direttore Didattico che accetta lo studente sulla base delle vigenti disposizioni in materia.