Attività formative professionalizzanti (Tirocinio Clinico)

ATTIVITA FORMATIVE PROFESSIONALIZZANTI (TIROCINIO CLINICO)

56. Lo studente, durante il percorso formativo, è tenuto ad acquisire specifiche professionalità in campo osteopatico. Tale curriculum professionalizzante prevede l’acquisizione di abilità sia teoriche, pratiche e cliniche che includano anche l’aver compiuto, durante il corso di studio, il trattamento osteopatico di numerosi casi pratici. A tale scopo, dovrà svolgere un tirocinio clinico individuale, per un numero complessivo di 1000 ore, con almeno 50 prime visite all’ultimo anno di studi, per la classe di studio (T1).

57. Nel particolare, 501 ore dei 1000 devono essere svolti all’interno della Clinica della Scuola. Le rimanenti 499 ore possono essere svolte in strutture esterne convenzionate con l’Istituto.

58. Per la classe del corso di studio dell’ordinamento a (T2) sono previste 501 ore complessive di tirocinio clinico, con almeno 20 prime visite all’ultimo anno di studi.

59. Il tirocinio clinico è una forma di attività didattica tutoriale che comporta per lo studente l'esecuzione di attività manuali di tipo osteopatico, a simulazione dell'attività svolta a livello professionale.

60. In ogni fase del tirocinio clinico lo studente è tenuto a operare sotto la responsabilità e supervisione di un Tutor.

61. L’unita di base (Term) è costituita da un gruppo di 5-10 allievi con ruoli differenti in funzione dell’anno di frequenza (osservazionale- partecipatooperativo)

62. E’ prevista la stesura di un regolamento specifico, aggiornato di anno in anno, che lo studente dovrà visionare e sottofirmare prima dell’inizio del tirocinio medesimo.

63. II tirocinio clinico è soggetto a verifica periodica e termina con un giudizio finale d’idoneità all'esame del corso integrato cui il tirocinio è associato