LINEE GUIDA RICERCA C.E.R.D.O. (DRC.03 del 9 febbraio 2018)

 

Scopo ed ambiti della procedura

Promuovere e supportare le attività di ricerca CERDO

 

Razionale

Il documento indica come il Dipartimento di Ricerca (DRC) avvalendosi della collaborazione di docenti con esperienza in ambito scientifico, intende promuovere lo sviluppo di attività scientifiche al fine di facilitare la divulgazione e la condivisione di pubblicazioni, di contenuti congressuali e la promozione di progetti di ricerca.

 

Come pianificare un progetto di ricerca

Un progetto nasce innanzitutto dall’interesse personale dell’osteopata/studente, dalle sue risorse personali e dalla sua affiliazione lavorativa e/o dalle proposte del DRC.

L’osteopata/studente può formulare un razionale di studio che in base al topic del lavoro verrà classificato dal Coordinatore del DRC  (C-DRC) in base a 3 distinti ambiti: Pre-clinico (ricerca di base, studi diagnostici, studi descrittivi o di valutazione degli effetti del trattamento osteopatico in soggetti asintomatici); Clinico; o di Revisione della letteratura.

Il C-DRC, in collaborazione con il DRC, valuterà la qualità del progetto proposto, ne richiederà eventualmente delle integrazioni, e se valutato positivamente ne attiverà le procedure di supporto.

 

 

A chi deve rivolgersi il potenziale ricercatore

In base all’ambito ed alle disponibilità dell’osteopata/studente il C-DRC suggerisce un membro del DRC di riferimento che può supportarlo nella formulazione e pianificazione dell’attività di ricerca.

 

 Come viene supportato il potenziale ricercatore

In base all’expertise del membro e alle risorse disponibili, l’osteopata/studente viene supportato nell’ambito di sua competenza, offrendo supporto scientifico (metodologia, statistica, comitato etico), strutturale (sedi e attrezzature), anche attraverso l’ausilio di altri docenti ricercatori o referenti di altri ambiti.

 

Possibili obiettivi dei lavori

Il potenziale ricercatore può essere incoraggiato alla presentazione di un abstract o di una pubblicazione e viene supportato da un punto di vista metodologico per la presentazione del lavoro.

 

Opportunità per gli ex studenti

Gli ex studenti hanno la possibilità di continuare i propri lavori scientifici presentati come tesi o in autonomia con l’eventuale supporto di un membro del DRC oppure offrendo assistenza ai nuovi tesisti.

Tale opportunità rappresenta un potenziale per portare il lavoro a pubblicazione, soprattutto per lavori che richiedono tempistiche ampie. 

Qualora il lavoro risulti impostato metodologicamente in modo corretto e lo studente non abbia le risorse per proseguire si consiglia la prosecuzione ad altri studenti e l’ex studente rappresenterà una guida/tutor per i nuovi tesisti.

Tale collaborazione è disciplinata e fa riferimento al Regolamento generale del DRC (DRC.01, Art. 04). 

 

Report sull’attività scientifica del CERDO

Ogni anno, in occasione della riunione congiunta tra la Direzione Generale, i docenti e gli assistenti della

scuola CERDO, il C-DRC presenterà un report sull’attività scientifica svolta e prenderà nota delle proposte per il futuro.

 

Budget

La scuola di osteopatia CERDO mette a disposizione un budget per il finanziamento dei progetti che il DRC intende promuovere.

Tale budget, stabilito sulla base delle proposte ricevute precedentemente, e sulle disponibilità

economiche della scuola, mira a finanziare l’acquisto di strumentazioni, costi di pubblicazione su riviste open-access, consulenze professionali, etc...

Il C-DRC comunica di volta in volta alla Direzione generale e amministrativa le richieste di finanziamento che, se giudicate congrue, verranno evase dall’amministrazione stessa.

Per il biennio 2018-2019 il budget previsto è di 4000€.

 

Progetti in corso

  1. Correlati neurovascolari responsabili delle alterazioni della risposta emodinamica cerebrale a seguito di Trattamento Manipolativo Osteopatico in soggetti giovani asintomatici: studio randomizzato controllato.
  2. Cosa rende un trattamento osteopatico “efficace”: un’analisi qualitativa di contenuto 
  3. La soddisfazione del paziente in osteopatia pediatrica: survey 
  4. L’uso del Cynefin framework nella valutazione dei processi di ragionamento clinico all’interno della formazione osteopatica italiana
  5. L’affidabilità interoperatore del test dei “9 quadranti” in osteopatia
  6. Caratteristiche e motivi di consulto in osteopatia pediatrica: uno studio descrittivo
  7. L’approccio osteopatico alla deviazione della piramide nasale: caso clinico